Anomalie

by Almost3

supported by
Massimiliano Farnea
Massimiliano Farnea thumbnail
Massimiliano Farnea Interpretazione e arrangiamento di altissimo livello. Emozionante, lo si continua ad ascoltare come se fosse la prima volta. Favorite track: Amber.
/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €9 EUR

     

1.
02:33
2.
03:07
3.
03:37
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

about

Sessioni di registrazione notturne per la gioia dei vicini di casa, dubbi amletici, sorrisi compiaciuti e sopracciglia sollevate, sterzate dell’ultimo minuto, caffè, ispirazione, cipolle della focaccia finite irrimediabilmente sulla tastiera, levatacce al mattino per non farsi sfuggire quell’idea che ha fatto capolino alla sera in testa e non si schioda di lì…
Gli Almost 3 sono lieti di annunciare di essere giunti incolumi all’uscita del loro PRIMO ALBUM, interamente autoprodotto, autoregistrato, autopromosso, autotutto. Più che un album, un esperimento alchemico. Il frutto di una bislacca reazione chimica tra suoni elettronici, orchestra sinfonica, voci e, ovviamente, il nostro Mr. Cello. Come in ogni reazione che si rispetti, il prodotto è qualcosa di estremamente diverso dalla semplice somma dei singoli reagenti, e difficile era prevedere quale sarebbe stato il risultato. L’unico imperativo categorico è stato “nessun vincolo”. “Anomalie”, come un adolescente ribelle, ha scelto la sua strada quasi da solo, decidendo in autonomia le strade musicali che avrebbe imboccato.
Quattro inediti, cinque versioni riarrangiate di brani a noi cari e, last but not least, una “poesia musicale”, il cui testo ci è stato donato da Serena Maria Barbacetto, con nostra grande gioia. Il tutto incorniciato dalla splendida copertina dell’artista Cristiano Baricelli (www.cristianobaricelli.it).
Un punto di arrivo, ma soprattutto d’inizio, che chiude un’epoca di libertà totale e incondizionata e di sperimentazione per aprirne una dedicata a sonorità più acustiche e all’essenza del duo “nudo e crudo”. Ma questa è un’altra storia, che avremo il piacere di raccontarvi presto sia dal vivo che in studio.

credits

released December 6, 2014

Flavia Barbacetto - voce, cori, arrangiamenti e testi su tracce 2, 3, 5, 6
Stefano Cabrera - celli, ipad, arrangiamenti e programmazione

copertina di Cristiano Baricelli
testo della poesia "Dissolvenza"di Serena M. Barbacetto

scritto, arrangiato e prodotto da Almost 3
registrato e mixato nel 2014 al Cabrini Studio

tags

license

all rights reserved

about

Almost3 Genova, Italy

Accurately choose the song you want to "reinvent". Freely remove, add and mix notes and chords. Look at each other again and again wearing a puzzled frown before finding the most delicious solution. Mix the ingredients carefully. If the mixture turns out to be too dry, add a handful of glockenspiel and synth notes, loops, delay and vocal effects. ... more

contact / help

Contact Almost3

Streaming and
Download help

Track Name: Dissolvenza
DISSOLVENZA

Quando lente scorrono
le ore della notte
e violandone
celle e segrete
una lama di luce
sola
devasta l’ombra
e il silenzio
Quando un grido
taciuto
filtra,
al margine,
Allora l’eco del tempo
trascorre
con un ritmo
ipnotico
e grave,
un rivolo di silenti segreti
sgorga
dalle cantine del mondo:

tutto è fermo
ed è un canto sottile
un intimo pianto
a farsi sentire,
labile traccia
fugata dal giorno.
Track Name: Anomalie
ANOMALIE

Fuggi dalle anomalie
da quei pensieri scomodi
vivi e lascia vivere

Fuggi dalle anomalie
dimentica il tuo passato
è un cinico giudice

Revoca i tuoi 'perché'
fai come loro, credimi,
è tutto più semplice

È più facile ignorare
sfumature scomode
evitare ogni indagine
rinunciare alla dignità
Ama e compra, fai come dicono
vendi sogni e credibilità
Segui il vento, il quieto vivere
assuefatto al futile

Un tracciato stabile
di strade a senso unico
disposto di fronte a te
Nessun bivio inutile
unidirezionalità
è questo che chiedono

È più facile ignorare
sfumature scomode
evitare ogni indagine
rinunciare alla dignità
Ama e compra, fai come dicono
vendi sogni e credibilità
Segui il vento, il quieto vivere
assuefatto al futile
Track Name: Amber
AMBER

Nighttime:
hazy shadows
running off
the road is ravished
by the wheels
their echo's dulling
my mind

Nighttime:
my heartbeat is now
slowing down
the fog is lulling
my desires
and thoughts are drowning
in the dark

And gradually this instant's turning into
the point of intersection of two times:
I feel the past is melting with the future
and my senses are expanding

My finish lines are vanishing in the mist
and nothing is essential anymore
if what i'd call "perfection" has fallen on me
now that I've stopped looking for it

Nighttime:
my consciousness is
trickling
like resin on this
moment
trapping it like
a prey

Nighttime:
priorities are
curling up
my breath is carrying
them away
like wind does with the
falling leaves

And gradually this instant's turning into
the point of intersection of two times:
I feel the past is melting with the future
and my senses are expanding

And suddenly without a reason my fears
are floating in a mother's cozy womb
My memory like amber tries to preserve
my first perfect instant

Nighttime:
I feel
the past is melting with the future
Here I am
Track Name: Tra geni e passato
TRA GENI E PASSATO

Valutando prospettive
e margini di errore
fiduciosa impugno probabilità
nella rete di variabili

Certa di decidere
gli estremi del mio essere
uso il verbo "scegliere"
palesando convinzione
mentre impulsi elettrici
e pulsioni ataviche
subdoli programmano
l'entità della reazione

Strano perché
avrei scommesso sulla libertà
Pura teoria
guidare le azioni
Figlia di un mix
di cause/effetto e di DNA
Scovo il mio sé
tra geni e passato

Ora insorge la ragione
reclamando un ruolo

Persa fra molecole
e dedali sinaptici
viaggio in labirintiche
connessioni inesplorate.
Pretendendo di essere
guida responsabile
di pensieri autarchici
fingo estrema disciplina

Strano perché
avrei scommesso sulla libertà
Pura teoria
guidare le azioni
Figlia di un mix
di cause/effetto e di DNA
Scovo il mio sé
tra geni e passato

Dentro di me
chiedo il permesso di decidere
Cerco la via
tra strade già nate
Fingo lealtà
verso il mio ego suscettibile
Lascio a lui
giudizi universali e favole
Track Name: Costellazioni abusive
COSTELLAZIONI ABUSIVE

Intrappolati in una forma congenita
di paranoico attaccamento al concetto di “normalità”
accumuliamo aspirazioni sintetiche
e sgomitiamo per stilare classifiche  

Rido perché collezioniamo giornate
solo per poi catalogarle come 'vissute'

Ma rompendo gli argini della follia,
privando il mondo di orizzonti e confini,
costruirò un'insolita realtà,
in cui le leggi della fisica
saranno schiave di ogni mio desiderio,
giocherò con la materia.

Inventerò costellazioni abusive che
scompiglieranno impertinenti i tracciati sulle carte;  
pretenderò di navigare nell'etere
dimenticando a terra formule e logica.

Ma rompendo gli argini della follia,
privando il mondo di orizzonti e confini,
costruirò un'insolita realtà,
in cui le leggi della fisica
saranno schiave di ogni mio desiderio,
giocherò con la materia.

Ora scendo a patti con l'eternità, sfidando il tempo senza averne timore, mentre i sensi plasmano mille dimensioni ipotetiche immaginando che i colori primari siano sempre più di tre